Aumento del mutuo: non tutti possono richiederlo | I requisiti necessari

È possibile aumentare l’importo del mutuo? Si si può ma non tutti possono richiederlo: i requisiti necessari.

Requisiti aumento mutuo
Mutuo (Foto Canva – Vostrisoldi.it)

Cosa succede se al momento dell’acquisto di un immobile ci si accorge di non avere denaro sufficiente per fare fronte alle spese che si è chiamati a sostenere? Se te lo stai domandando sì, è possibile richiedere un aumento dell’importo del mutuo. Quando si acquista casa tra ristrutturazioni, mobili, e spese notarili può capitare spesso infatti di rendersi conto in un secondo momento che il denaro richiesto in mutuo non sia sufficiente a coprire per intero le spese.

In questo caso si potrebbe richiedere un prestito, ma rispetto al mutuo tende ad avere rate maggiori perché di durata temporale minore. Si può dunque chiedere un aumento del mutuo già precedentemente stipulato, ma non tutti, purtroppo, possono farlo. Bisogna infatti soddisfare alcuni requisiti.

Aumento dell’importo del mutuo: che requisiti servono?

Requisiti aumento mutuo
Mutuo (Foto Vanva – Vostrisoldi.it)

È chiamata surroga del mutuo quello strumento riconosciuto dalla Legge che consente di passare a un nuovo mutuo più conveniente. Con la surroga si può infatti cambiare banca spostando il mutuo presso un altro istituto di credito che offre delle condizioni più vantaggiose. La surroga però non permette un aumento dell’importo del mutuo.

Leggi anche: Casa Green, tutto quello che devi sapere sul nuovo bonus

Fare ciò è possibile tramite lo strumento della sostituzione del mutuo, ovvero quando un istituto bancario permette di sostituire il mutuo in corso e chiedere una somma aggiuntiva con l’obiettivo di finanziare il mutuatario che ha una particolare esigenza di liquidità. Questo strumento è anche denominato “surroga più liquidità”.

Bisogna però soddisfare alcuni requisiti per poter accedere a questa formula. Proprio come per la surroga normale è necessario dimostrare alla nuova banca di possedere i giusti requisiti, tra cui un reddito dimostrabile che permetta di onorare la rata del nuovo mutuo e aver sempre pagato i debiti pregressi contratti con le altre banche.

Leggi anche: Bitcoin, sotto i 10mila dollari il sistema rischia il collasso | Parla l’esperto

Esistono delle restrizioni riguardo le tempistiche e gli importi minimi che variano da banca a banca. Solitamente questi ultimi riguardano i mutui con un debito residuo inferiore a 80.000 euro. Infine la banca che prenderà in esame la surroga più liquidità potrebbe voler procedere alla valutazione dell’immobile. L’importo di mutuo totale non dovrà superare il valore del 70-80% rispetto alla stima commerciale del bene ipotecato.

Impostazioni privacy